Gentile cliente, con la presente desideriamo informarLa che con il Decreto 02.03.2018 del Ministero delle infrastrutture, sono stati individuati una serie di interventi edilizi che non necessitano di alcuna autorizzazione da parte del comune. Il decreto reca in allegato un elenco delle opere realizzabili in regime di attività di edilizia libera non esaustivo, e contemporaneamente annuncia l’emanazione di nuovi decreti fino al completamento di un glossario unico in relazione alle opere edilizie realizzabili mediante CILA, SCIA, permesso di costruire e SCIA in alternativa al permesso di costruire. Con il decreto del 02.03.2018, quindi, vengono individuate le principali opere che possono essere eseguite senza alcun titolo abilitativo, nel rispetto delle prescrizioni degli strumenti urbanistici comunali e di tutte le normative di settore aventi incidenza sulla disciplina dell’attività edilizia. Tra gli interventi che possono essere realizzati in regime di edilizia libera segnaliamo i seguenti: i) opere di manutenzione ordinaria (pavimentazione, intonaco interno ed esterno, serramenti ed infissi, riparazione / sostituzione / rinnovamento di ascensori o impianti di sollevamento verticale); ii)  installazione pompe di calore aria-aria; iii) eliminazione barriere architettoniche (rampe, , sanitari, servoscala); iv) serre mobili stagionali; v) pavimentazione aree pertinenziali (vasche di raccolta, pavimentazione esterna, intercapedine); vi) pannello solare fotovoltaico; vii) elementi di arredo aree di pertinenza (barbecue, fontane, sculture, pergolati e gazebo non infissi al suolo, ripostiglio per attrezzi); viii) opere contingenti temporanee (stand fieristici, gazebo, elementi espositivi, tensostrutture, aree di parcheggio provvisorie).

Circolare11.2018