Gentile cliente, con la presente desideriamo informarLa che mancano ancora pochi mesi per poter beneficiare dell’agevolazione introdotta dall’art. 1, co. 56, della Legge n. 208/2015 (prorogata dalla Legge 27.2.2017 n. 19) invocabile da coloro che acquistano, entro il prossimo 31.12.2017, da imprese costruttrici, immobili abitativi a destinazione residenziale di classe energetica A o B. L’agevolazione in rassegna consistente in una specifica detrazione dall’IRPEF pari al 50% dell’importo corrisposto per il pagamento dell’IVA (da ripartirsi in 10 quote annuali). Si rammenta che possono beneficiare della detrazione le persone fisiche non esercenti attività commerciale: sono esclusi, invece, i soggetti IRES, quali le società di capitali e gli enti non commerciali. La detrazione spetta nel caso in cui l’immobile sia stato acquistato dall’impresa che ha realizzato l’immobile o da quella di “ripristino” o di ristrutturazione (C.M. n. 12/E del 2016 e C.M. n. 20/E del 2016). L’agevolazione è ripartita in dieci quote costanti nell’anno in cui sono state sostenute le spese e nei nove periodi d’imposta successivi. Resta ovviamente inteso che, per l’operatività della detrazione, è necessario l’addebito dell’IVA in rivalsa da parte del costruttore sulla vendita dell’unità immobiliare. Non sono, dunque, ricompresi nell’ambito dell’agevolazione gli acquisti di immobili per i quali il costruttore non abbia optato per l’applicazione dell’IVA ai sensi dell’art. 10 co. 1 n. 8-bis del DPR 633/72.

Circolare16