Gentile cliente, con la presente desideriamo informarLa che, con provvedimento del 30 marzo 2017, è stata individuata la quota percentuale del credito d’imposta spettante per le spese sostenute nel 2016 relative all’installazione di sistemi di videosorveglianza digitale (o di sistemi di allarme) e ai contratti stipulati con istituti di vigilanza per la prevenzione di attività criminali di cui all’’art. 1, co. 982 della L. 208/2015 (Legge di stabilità 2016). In particolare, è stato previsto che la quota percentuale del credito d’imposta spettante in relazione alle spese sostenute nell’anno 2016, è pari al 100 per cento dell’importo richiesto, risultante dalle istanze validamente presentate fino al 20 marzo 2017. Per i soggetti titolari di partita IVA, il credito d’imposta è utilizzabile in compensazione, presentando il modello di pagamento F24 esclusivamente attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, pena il rifiuto dell’operazione di versamento, utilizzando il codice tributo6874 – Credito d’imposta per le spese sostenute nell’anno 2016 per l’installazione di sistemi di videosorveglianza – art. 1, comma 982, della legge 28 dicembre 2015, n. 208. Le persone fisiche non titolari di reddito d’impresa o di lavoro autonomo possono, invece, utilizzare il credito spettante anche in diminuzione delle imposte dovute in base alla dichiarazione dei redditi.

Circolare8