Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, per rendere maggiormente appetibile l’acquisizione dell’abitazione principale tramite lo strumento del contratto di leasing, la legge di stabilità 2016 ha introdotto – all’interno dell’art. 15, co.1 del TUIR (lettere i sexies.1 e i.sexies.2) – una nuova detrazione fiscale che consiste nella possibilità di detrarre dall’ IRPEF lorda un importo pari al 19%: i) dei canoni ed i relativi oneri accessori; ii) del costo di acquisto dell’unità immobiliare riscattata, derivanti da contratti di locazione finanziaria di unità immobiliari, “anche da costruire, da adibire ad abitazione principale entro un anno dalla consegna. La detrazione spetta, peraltro, in misura differente a seconda dell’età anagrafica dell’utilizzatore (giovani di età inferiore a 35 anni o giovani di età uguale o superiore a 35 anni). Sul punto, l’Agenzia delle Entrate (C.M. 13.6.2016 n. 27) ha recentemente precisato che il requisito anagrafico dell’utilizzatore rileva soltanto al momento della stipula del contratto sicché: i) per i giovani che alla data di stipula del contratto non hanno compiuto i 35 anni la detrazione è riconosciuta su un importo massimo di canoni e oneri accessori che annualmente non può eccedere 8.000 euro e su un importo massimo del prezzo di riscatto dell’immobile di 20.000 euro; ii) per i soggetti che compiono 35 anni alla data di stipula del contratto o di età superiore ai 35 anni le stesse detrazioni sono riconosciute in ragione della metà degli importi sopraindicati e, dunque, 4.000 euro per i canoni e oneri accessori e 10.000 euro per il prezzo di riscatto.

Circolare19.2016