Gentile cliente, con la presente desideriamo informarLa che l’INPS, con la circolare n. 76 del 09.05.2016, ha illustrato gli indirizzi operativi in materia di verifiche e controlli, nonché le procedure che dovranno essere utilizzate dal personale ispettivo. Tra gli elementi oggetto di specifica vigilanza segnaliamo i seguenti: i) analisi degli elementi utilizzati in compensazione dei contributi (somme spettanti per ANF, malattia, maternità e permessi) attraverso l’incrocio con aziende delle medesime dimensioni collocate nella stessa area geografica; ii) verifica della spettanza dello sgravio contributivo; iii) verifica delle truffe tramite voucher. Con riferimento alle modalità con cui verranno svolti i controlli, si segnala che gli ispettori possono accedere ai locali delle aziende, agli stabilimenti, ai laboratori, ai cantieri e a qualsiasi altro luogo di lavoro come negozi, esercizi pubblici studi professionali ed altro ancora. All’atto dell’accesso il personale ispettivo ha l’obbligo di qualificarsi anche nei confronti del personale presente sul luogo di lavoro e di ogni altro soggetto (tramite esibizione del tesserino di riconoscimento) ed il potere di rilevare le presenze, i dati e le dichiarazioni dei lavoratori. Una volta concluse le attività di verifica espletate nel corso del primo accesso il personale ispettivo deve predisporre e rilasciare apposito verbale di primo accesso al datore di lavoro o a chi ne fa le veci o, in loro assenza, ai soggetti aventi titolo a riceverlo a norma del codice di procedura civile, compreso il professionista delegato.

Circolare14.2016